Logo Project Easy

Progetti pensati per il futuro

 
 
 
Immagine Energie rinnovabili: considerazioni e consigli

Energie rinnovabili: considerazioni e consigli

Ristrutturare casa al giorno d’oggi è più dispendioso rispetto a qualche tempo fa.
data 11/10/2022

Abbiamo appurato che ristrutturare casa al giorno d’oggi è più dispendioso rispetto a qualche tempo fa. La crisi energetica porta al peggioramento della situazione climatica, facendoci entrare in quello che può sembrare un circolo vizioso.

 

Per uscirne è utile pensare a sistemi a basso consumo che siano convenienti ed ecosostenibili anche nel lungo periodo. 

Questo va fatto ottimizzando ciò che si ha già a disposizione, tenendo conto del proprio punto di partenza. Ogni casa è un mondo a sé stante che ha bisogno di considerazioni specifiche, studiate su misura per chi ci abiterà. 

Tecnologia e innovazione ci mettono davanti a soluzioni diversificate fra cui scegliere sulla base delle nostre esigenze. Lo sviluppo rapido ed efficace della bioedilizia ci permette infatti di migliorare sempre di più il nostro futuro energetico. 

Pensare a lungo raggio in termini di energie rinnovabili è conveniente non solo per contrastare i cambiamenti climatici, ma anche, più nell’immediato, per tutelare le nostre tasche. 

Prendiamo come esempio il riscaldamento all’interno di una ristrutturazione. Ad oggi optare per un sistema come il riscaldamento a pavimento costa di più rispetto al cambiare semplicemente la caldaia. 

 

Ma domani? 

Il risultato di una scelta innovativa e funzionale non si vede subito in fase di cantiere, ma diventa misurabile una volta che la casa viene vissuta. 

Mese dopo mese possiamo notare i risparmi che ne derivano, e nell’arco di circa 3 anni il costo iniziale dell’impianto sarà stato ammortizzato completamente. 

Per questo conviene pensare al lungo periodo. Se oggi compio una scelta già “vecchia”, domani sarà diventata addirittura desueta, con annesso il rischio di dover mettere nuovamente mano alla ristrutturazione. 

Ed è un rischio che preferiamo evitare.

Ovviamente il budget di ogni cliente è diverso e dobbiamo basarci su quello che c’è a disposizione. 

Nel caso di una soluzione innovativa molto costosa, si può scegliere di risparmiare in altri settori. 

Le finiture possono essere messe momentaneamente in secondo piano, dato che sono modificabili successivamente senza il bisogno di intaccare la struttura. 

Detto in poche parole: se devi scegliere, punta soprattutto su struttura e impianti. 

Altro esempio utile è quello del cappotto termico esterno, che ha visto un boom di richieste ed una crescente popolarità grazie al bonus 110. 

Sebbene molto conosciuto, non è l’unico sistema che può essere adottato, e non sempre è possibile (o preferibile) farlo. 

Esistono infatti diversi sistemi di coibentazione interna che sono altrettanto efficaci: contropareti interne e cartongessi isolanti a basso spessore sono solo la punta dell’iceberg. 

Come dicevamo, ogni situazione è a sé stante, ogni cliente che si rivolge a noi ha le sue personali esigenze e richieste. 

Ogni soluzione poi non basta che sia efficiente, deve essere anche esteticamente valida, amalgamandosi con il contesto.

Una delle sfide attuali infatti è proprio quella di conciliare la bellezza dei centri storici con la necessità crescente di utilizzare energie rinnovabili, che portano ad un risparmio di energia. 

Di sicuro non si tratta di una sfida facile e veloce, ma siamo più che lieti di coglierla: difficile è diverso da impossibile. 

 
Questo sito utilizza i cookies: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa CHIUDI