Logo Project Easy

Progetti pensati per il futuro

 
Immagine Project Easy: BREATHE BRICK

Il Breathe Brick: il mattone che filtra le particelle nocive.

“Cosa succederebbe se un edificio, come un organo, fosse in grado di filtrare le sostanze nocive e difendere le persone dall'inquinamento?”
data 24/10/2017

È la domanda che si è posta Carmen Trudell, Assistente presso la Facoltà di Architettura del California Polytechnic State University.

In collaborazione con gli studenti del corso e con il Professore di Ingegneria ambientale Tracy Thacher, la ricercatrice è giunta all’ideazione di un mattone che aspira le particelle nocive presenti nell’aria esterna.

La parete di un edificio costruito con breathe bricks è formata da uno strato interno, realizzato secondo tecniche tradizionali in grado di garantire l’isolamento standard e da un doppio strato esterno di breathe bricks. Al centro di questo doppio strato si crea un circolo di filtrazione che separa le particelle inquinanti pesanti dall’aria, raccogliendole in una tramoggia rimovibile posta alla base del muro.

Nei test effettuati in galleria del vento il sistema è stato testato per filtrare il 30% delle particelle fini, come gli inquinanti atmosferici, ed il 100% delle particelle grossolane quali la polvere.

Il breathe brick promette quindi di combattere gli effetti dell'inquinamento atmosferico che sta interessando sempre di più anche le nostre città.

Se sei interessato a questo innovativo mattone che filtra l’aria prima che entri nell’edificio, chiamaci o scrivici!

 
Questo sito utilizza i cookies: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa CHIUDI